A.S.D. La Trota ad Avigliano

Avigliano è un piccolo comune a due passi da Potenza, abitato da circa 11.000 abitanti, che si adagia lungo i monti della Lucania più interna. Il paese è molto ricco di storia, tradizioni e costumi secolari. Oltre a vantare un tesoro paesaggistico-culturale di rilievo, Avigliano possiede uno splendido impianto sportivo a due passi dalla città denominato A.S.D. La Trota (Ex lago Nettuno).



Il laghetto sorge a 1100 metri sul livello del mare, presenta una forma quasi circolare con sponde molto comode e ben sistemate, senza fastidiosi appoggi protettivi in legno. Oltre a fornire una vera e propria palestra per la trota lago, il Nettuno ospita un piccolo negozio di pesca, un bar, tavolini e servizi igienici per passare qualche ora in compagnia di amici e famiglia. C'è la possibilità di effettuare un giro a cavallo nella natura circostante, oltre a numerose attrattive naturalistiche che la zona offre.



Tra le attività segnaliamo anche spinning e pesca a mosca, carp-fishing, pesca in notturna nel periodo di Luglio e Agosto, degustazione di prodotti tipici locali, pranzi e cene private, feste di compleanno, grigliate, sagre, serate in compagnia e concerti dal vivo. Nacque vent'anni fa da un'idea imprenditoriale dei titolari che sistemarono il lago con un fondale impermeabile argilloso che ha fornito col tempo un perfetto habitat naturale per i diversi pesci che sono stati immessi.



All' A.S.D. La Trota è possibile pescare la trota tutto l'anno, anche in estate, tranne per un breve stop di Agosto, quando le temperature torride soffocano le iridee ed impediscono una corretta semina. Ci sono anche pesci gatto, storioni, black bass, amur, carpe e capitoni. Chicca locale è il carassio rosso, una sorta di portafortuna, ritratto anche nelle nostre foto scattate in una fresca domenica di luglio.



Pescare la trota è molto divertente e, soprattutto, permette di sbizarrirsi sia a galla che a fondo, a seconda della risposta del pesce. Durante la nostra esplorazione abbiamo catturato diversi esemplari di trote con l'ausilio di canne leggere, montate con piombini da 3 e 5 grammi, con tendenza affondante e terminale da 70/80 centimetri. Dopo aver lanciato al centro del lago, è stato necessario attendere qualche secondo per l'ottimale discesa del piombo. Il recupero lento, alternato ad una tremarella molto accentuata, ha permesso la cattura di trote da 300/400 grammi che hanno combattuto fino all'ultimo, esibendosi in salti spettacolari. L'innesco consigliato (vedi foto) è un mix di siliconici. Il primo, di colore giallo fluo, è una girandola. Il secondo è un "bruco" arancione, in combinazione con la girandola, secondo quanto proposto dall' esperto di trota lago Sergio Gattulli.



Il nostro collaboratore Pantaleo de Gennaro ha tentato la catture di trote con un cucchiaino ondulante, pescando a spinning. Non sono mancate le sorprese con attacchi repentini e successive fughe, ma l'esperimento non ha deluso, collezionando una bella cattura con un Mepps da 3 grammi presso il ponticello, al riparo dagli alberi.



Non ci sono solo trote al Lago Nettuno. Molti praticano il carp-fishing in laghetto alla ricerca delle big con boiles e pastelle alla polenta da applicare all'amo. In tanti si dedicano agli storioni ed ai pesci gatto, che regalano divertimento nei mesi estivi per gli amanti delle lunghe sessioni in notturna dedicate al pesce di taglia. Per gli amanti dello spinning c'è il tanto agognato black bass, che attacca sia i vermi siliconici che le imitazioni di pesciolini.

Altre informazioni utili:

Viabilità: Dopo l'immissione lungo la SS658, proseguite per Bufolaria/Possidente. Allo svincolo continuate per Avigliano con una strada che conduce ad una rotatoria.

Marco de Biase

Marco de Biase

Direttore di Pescanet e di Pescare in Trentino, è l'autore di "Una Vita per la Pesca", il suo primo romanzo interamente autoprodotto. Nato nel 1983, pugliese d'origine e trentino d'adozione. Nella vita si occupa di marketing digitale in una pluripremiata agenzia di comunicazione. Dopo una lunga esperienza nel mare Adriatico, da anni frequenta le acque dolci in provincia di Trento, Verona e Mantova. È un pescatore poliedrico, ambizioso, audace, amante delle sfide. Comunica attraverso la scrittura, la fotografia e i social network seguiti da più di venti mila fan in tutta Italia. Vanta collaborazioni co riviste cartacee, aziende e blog di settore con oltre cento pubblicazioni all'attivo.

Itinerari consigliati

I migliori itinerari dall'archivio di Pescanet