Lago Le Due Isole

Percorrendo la Via Appia (SS 7), al km 197,900, è possibile scorgere un moderno impianto di pesca sportiva: è il lago denominato “Le due isole”. Gestito dall’omonima Associazione Sportiva Dilettantistica. Il nome deriva dalla iniziale presenza di due isolotti, di cui ora solo uno permane ed è collegato alla riva da un romantico ponticello in legno, lo stesso materiale di cui è fatto il gazebo che occupa interamente la piccola isola.



Il lago ha forma trapezoidale e si staglia soavemente all’interno di una macchia vegetativa di notevoli dimensioni che costituisce una vera e propria oasi verde a breve distanza da grandi centri abitati: circa 180 km da Roma, 50 km Napoli e ovviamente solo 25 km da Caserta. Il perimetro dello specchio d’acqua è di 1,2 km e la sua profondità media è di 2,5 m. E’ un bacino naturale alimentato da falde d’acqua sorgiva che ne consentono il continuo e autonomo rinnovo.

Il lago è suddiviso in due settori: 1/3 della sua superficie è impiegato per la pesca alla trota, effettuabile in qualunque stagione grazie ad un potente ossigenatore a fontana, mentre l’altro settore è zona “no killed” , riservato alla pesca al colpo e popolato da carpe, amur, carassi, breme, alborelle, anguille grandi e pesci gatto americani. E’ presente un fornito punto di ristoro a disposizione degli associati ed è possibile realizzare picnic e barbecue.



Essendo Clemente Carlino il presidente dell’ASD, un agonista nella pesca al colpo da ormai qualche decennio, sono soventi le gare magistralmente organizzate, non solo per coloro che competono con regolarità, infatti ampio spazio è dedicato a chi si approccia alla pesca sportiva, sport praticato nel rispetto delle regole, della natura e soprattutto dei silenziosi e delicati animali che lo consentono. Quindi il lago Le Due Isole risulta essere un ottimo campo di allenamento per agonisti, favorendo i neofiti della pesca che possono ricevere sapienti indicazioni e consigli dai gestori. Di rilevante interesse è l’ampio parcheggio di cui è dotato e la conseguente possibilità di raggiungere con il proprio veicolo le vicinanze della propria postazione di pesca, in modo da non dover faticare nel trasporto dell’attrezzatura necessaria.



Un occhio attento è rivolto a chi, avendo difficoltà nella deambulazione autonoma, si serve di supporti ausiliari dotati di ruote, da qui l’eliminazione delle barriere architettoniche. L’impianto svolge anche attività FIPSAS.

Altre informazioni utili:

Viabilità: Il lago è in Via Pontoni, 1 Contrada San Vito a Vitulazio (Caserta).




Marco de Biase

Marco de Biase

Direttore di Pescanet e di Pescare in Trentino. Nato nel 1983, pugliese d'origine e trentino d'adozione. Autore di due romanzi d'amore e pesca, interamente autoprodotti, si occupa di marketing digitale in una pluripremiata agenzia di comunicazione. Dopo una lunga esperienza nel mare Adriatico, da anni frequenta le acque dolci in provincia di Trento, Verona e Mantova. È un pescatore poliedrico, ambizioso, audace, amante delle sfide. Comunica attraverso la scrittura, la fotografia e i social network seguiti da più di ventimila fan in tutta Italia. Vanta collaborazioni con riviste cartacee, aziende e blog di settore.

Itinerari consigliati

I migliori itinerari dall'archivio di Pescanet