Il Pescatore di Emozioni

Quando ho terminato i lavori di Una Vita per la Pesca, mio primo romanzo, sentivo che avevo ancora una storia d'amore e pesca da raccontare. Desideravo però contestualizzarla in un territorio diverso dal Trentino. Volevo inoltre collegarle tra loro in qualche modo, perchè ciò che stavo per scrivere era sicuramente parte di un viaggio letterario già intrapreso nei mesi precedenti. Ecco che, in una mattina di fine novembre, trovo la giusta ispirazione per ripartire. Getto le basi per scrivere uno spin-off, che narrasse la storia parallela di un personaggio minore della prima opera e che fosse la giusta combinazione tra pesca, musica e amore. Un progetto ambizioso, al quale ho dedicato gli ultimi sei mesi: incominciando lo scorso inverno e terminando a inizio maggio, in piena quarantena da Covid-19. Ovviamente sto parlando de Il Pescatore di Emozioni: mio secondo lavoro, stampato e interamente autoprodotto grazie agli sponsor di Pescanet.

La trama de Il Pescatore di Emozioni

Nicholas è un pilota di aerei militari. Vive un momento molto travagliato a causa della separazione con la moglie, dopo aver perso anche i genitori e i nonni. Durante il solstizio d'estate, mentre è alla guida del suo caccia intercettore per una missione di pattugliamento, si schianta sulla pista d'atterraggio compiendo una manovra d'emergenza. La brillante carriera di aviatore è quindi compromessa. Si rende conto di essere stato abbandonato da tutto e tutti. A dargli una mano c'è però la passione per la pesca, praticata sin da bambino. Qualche giorno più tardi, inoltre, scoprirà alcune lettere appartenenti ai nonni e deciderà di partire alla volta di Castelliri, piccolo paese della Ciociaria dove risiedono le origini della sua famiglia. E sarà proprio lì che conoscerà Sofia, giovane pediatra lucana, che riaccenderà la fiamma del pathos ormai sopita da tempo. Un colpo di fulmine che li porterà a vivere attimi di passione indimenticabili ma, con l'arrivo dell'autunno, una presenza quasi dimenticata dal pescatore minerà la loro storia. Cosa accadrà con Sofia? E soprattutto, ci sarà un'altra possibilità in amore per Nicholas?

Lo spin-off di Una Vita per la Pesca

La storia di Nicholas e Sofia si intreccia con quella di Walter e Laura, protagonisti di Una Vita per la Pesca. Nicholas e Walter, infatti, sono amici e si ritrovano dopo tanti anni, proprio nel punto in cui si erano incontrati per la prima volta: a Sora, sul fiume Liri. La vicenda è narrata in entrambi i romanzi, ambientati nello stesso lasso temporale, ma è trattata con uno sguardo introspettivo assolutamente diverso. Inoltre, sotto certi aspetti, Il pescatore di Emozioni offre al lettore un approfondimento sull'epilogo del primo romanzo, che avevo volutamente mantenuto in sospeso, certo di raccontarlo nel suo spin-off.


Castelliri in notturna - Scatto di Aldo Porretta tratto da Wikipedia


Piazza Principe di Piemonte, la Parrocchia di Santa Croce e la Croce di Castelliri


Il fiume Liri a Sora, nel punto in cui i due romanzi si intrecciano con le rispettive storie


Il santuario della Madonna delle Grazie a Sora e la visuale sul paese, dalla Rocca di San Casto e Cassio

Un romanzo ambientato interamente al Sud: Ciociaria, Basilicata e Puglia

La maggior parte delle vicende è ambientata a Castelliri, ridente paese della Ciociaria, in occasione di Tarantelliri, festival di musica popolare. Oltre a Castelliri, altre scene importanti avvengono nelle vicine Arpino, Sora, Isola del Liri, Posta Fibreno, comuni della provincia di Frosinone. Paesi meravigliosi, oggetto di un viaggio in Lazio effettuato a inizio anno per cogliere ulteriori spunti letterari. La vicenda si snoda inoltre tra le vallate del fiume Basento in Lucania a Castelmezzano, Pietrapertosa e sul fiume Ofanto in Puglia, con due piccoli omaggi a Molfetta e Giovinazzo. Luoghi di pesca e di vita che appartengono al mio passato, che porto ancora nel cuore e non dimenticherò mai e poi mai. 


La Cascata Grande di Isola del Liri e il paese di Arpino, fotografato dall'Acropoli di Civitavecchia


L' Arco a Sesto Acuto e il fiume Fibreno


Castelmezzano, paese natale di Sofia e il fiume Ofanto in località Fiumara


Pietrapertosa al tramonto e il fiume Basento, con le Dolomiti Lucane sullo sfondo


I porti di Molfetta e Giovinazzo: luoghi di ritrovo delle "Oche Giulive", amici di Nicholas

La playlist su Spotify

Ogni pagina del mio libro è stata scritta ascoltando musica. Effettivamente non è solo un romanzo d'amore e pesca, bensì la componente musicale è particolarmente rilevante: sia perchè Sofia è un'appassionata pianista, sia perchè molte delle canzoni citate nel libro hanno un particolare significato. Ascoltarle aiuterà sicuramente la lettura e consentirà di contestualizzare attimi, dialoghi e particolari, come se fosse una sorta di audiolibro. Per questo motivo ho scelto di render pubblica la playlist del romanzo condividendo i brani su Spotify. Può essere ascoltata liberamente cliccando sull'immagine o sul link: https://open.spotify.com/il-pescatore-di-emozioni

Come ricevere Il Pescatore di Emozioni

Anche Il Pescatore di Emozioni non è pubblicato, non è in venditanon ha codice ISBN e non è possibile trovarlo in libreria. Si tratta di un progetto di Pescanet a tiratura limitata per amici, simpatizzanti e fan del sito. È stato stampato e prodotto con finanze personali, disponibile gratuitamente a patto che si verifichino due condizioni:

- conoscere personalmente Marco de Biase, direttore di Pescanet;
- essere un assiduo frequentatore del forum, con più di 200/250 messaggi all’attivo;

Può essere richiesto sia in formato cartaceo (fino ad esaurimento copie) che in formato e-book, gratis senza alcun costo. Per contatti, scrivere a Pescanet.it su Telegram oppure inviare una mail a info@pescanet.it

Marco de Biase

Marco de Biase

Direttore di Pescanet e di Pescare in Trentino. Nato nel 1983, pugliese d'origine e trentino d'adozione. Autore di due romanzi d'amore e pesca, interamente autoprodotti, si occupa di marketing digitale in una pluripremiata agenzia di comunicazione. Dopo una lunga esperienza nel mare Adriatico, da anni frequenta le acque dolci in provincia di Trento, Verona e Mantova. È un pescatore poliedrico, ambizioso, audace, amante delle sfide. Comunica attraverso la scrittura, la fotografia e i social network seguiti da più di ventimila fan in tutta Italia. Vanta collaborazioni con riviste cartacee, aziende e blog di settore.

Ultime News

Le ultime news dall'archivio di Pescanet