Troticoltura Sille in Valsugana

Il Trentino è una regione che stupisce sempre più, giorno dopo giorno. Vivere in un paradiso naturalistico senza paragoni ha sicuramente i suoi vantaggi. Se a questo aspetto non meno importante aggiungiamo la forte vocazione turistica, fatta anche di comunicazione e marketing anche nel settore alieutico, potrete capire quanto il pescatore può trarre benefici da un'offerta pressochè illimitata e variegata: fiumi, torrenti, laghi e laghetti al servizio del turista-pescatore che ha solo l'imbarazzo della scelta per immergere le proprie lenze. E' proprio di un laghetto di pesca sportiva che vorrei parlarvi oggi perchè, nel momento in cui scrivo queste righe, la stagione estiva è pressochè iniziata e la pressione turistica incomincia a farsi sentire in tutte le valli del Trentino. Molti vacanzieri scelgono il fresco e la quiete della montagna; alcuni vorrebbero andare a pesca ma sono intimoriti da divieti, permessi giornalieri molto costosi, licenze di pesca e quant'altro. Ecco che i "laghetti a pagamento" sono una soluzione da prendere in considerazione, perchè permettono di effettuare battute di pesca mordi e fuggi senza licenza, pagando il turno o, più semplicemente il pescato.

Pesca sportiva in Valsugana. L'impianto di pesca sportiva della Troticoltura Sille sorge in località Sille di Madrano, a pochi chilometri dai famosi laghi di Canzolino e Madrano. L'ho scoperto quasi per caso, attraverso un depliant sulla pesca sportiva in Valsugana. Si, avete capito bene: un depliant dedicato alla nostra passione, che spiega dove pescare in Trentino nella splendida Valsugana, indicando proprio la troticoltura Sille nei laghetti a pagamento per la pesca della trota. Pescare al Sille significa poter scegliere tra un laghetto di buone dimensioni, pagando un permesso di 15€ che dà diritto alla cattura di 12 trote, oppure nel laghetto più piccolo, tipicamente da allenamento agonistico, dove pagare la trote 8€ al kilogrammo. I turisti possono affittare le attrezzature per la pesca e divertirsi senza troppi pensieri, proprio come dovrebbe essere in vacanza. Durante la realizzazione del servizio, ho notato altresì la presenza di famiglie che portavano i bambini a pesca, avvicinandoli ad una passione sana da vivere a contatto con la natura. La serietà della proprietà aziendale è, inoltre, un plus da condividere con tutti i lettori. All'arrivo del pescatore, il titolare immette in acqua 2 kg di trote, quindi il lago è sempre ricco di pesce e il divertimento è assicurato! 

Come pescare la trota in laghetto. Il lago principale è di medie dimensioni e la profondità massima si attesta sui due metri di fondale. Consiglio vivamente di provare sia la galleggiante, sia a recupero con un solo amo innescando camola singola o doppia. La pesca con la penna è molto redditizia in caso di trote statiche, apatiche, ferme sul fondo alla ricerca di cibo in giornate molto calde. La pesca a recupero con tremarella o striscio è un'arma vincente con trote attive in superficie e mezzofondo. In questo caso conviene montare una canna da 2/6 o 3/8 grammi con vetrino o piombino. Il primo va utilizzato per la ricerca della trote nello strato superficiale. Il piombino, invece, fungerà da deterrente contro trote più aggressive che si muovo negli strati intermedi. Ricordo che è vietata la pesca con esche vegetali, artificiali, pesciolino vivo e morto.

Un piacevole diversivo per tutta la famiglia. Siete in vacanza in Trentino? Approfittate dell'occasione per condividere un momento ricreativo con tutta la famiglia. Mentre Papà e figlio sono impegnati nella pesca alla trota, mamma e sorellina possono prenotare una gita a cavallo dai maneggi vicini al confine con la Val di Cembra, passeggiare nel boschetto adiacente al laghetto o fare compere dal Centro Commerciale Valsugana di Pergine.

Altre informazioni utili:

Numero di telefono: 0461-85.90.10

Prezzi: permesso laghetto grande pari a 15€ per max 12 trote. Nel laghetto piccolo il prezzo è di 8€ al Kg per pescato.

Marco de Biase

Marco de Biase

Direttore di Pescanet e di Pescare in Trentino. Nato nel 1983, pugliese d'origine e trentino d'adozione. Autore di due romanzi d'amore e pesca, interamente autoprodotti, si occupa di marketing digitale in una pluripremiata agenzia di comunicazione. Dopo una lunga esperienza nel mare Adriatico, da anni frequenta le acque dolci in provincia di Trento, Verona e Mantova. È un pescatore poliedrico, ambizioso, audace, amante delle sfide. Comunica attraverso la scrittura, la fotografia e i social network seguiti da più di ventimila fan in tutta Italia. Vanta collaborazioni con riviste cartacee, aziende e blog di settore.

Itinerari consigliati

I migliori itinerari dall'archivio di Pescanet