Grave inquinamento sul fiume Bacchiglione

In data 25 maggio verso sera ci veniva segnalato un evento inquinante, schiuma in grande quantità e forte odore di detersivo nella cascata in centro paese a Debba, una frazione del comune di Vicenza a poche centinaia di metri dal nostro campo gara del comune di Longare. Prontamente un paio di nostri ragazzi hanno fatto sopralluogo e provveduto a chiamare i pompieri per intervento preliminare, il giorno successivo sono intervenuti i tecnici arpav per le prime analisi all’acqua.

Fin da subito gli esiti sono stati impietosi: mancava ossigeno disciolto e dopo poche ore abbiamo trovato i primi pesci morti. Nei giorni successivi è stato messo in piedi un vero e proprio presidio alla zona, i miei ragazzi hanno prontamente trovato il punto di scarico dopo meno di 24 ore, navigando con una barca. Si è provveduto a informare la tv locale per dare risalto alla questione, si sono raccolti campioni di acqua e li si sono portati ad analizzare privatamente, monitorato l’area quotidianamente. Stiamo aspettando gli esiti completi delle analisi, ma già dalle preliminari, emerge un quantitativo di ammoniaca tre volte il consentito. Abbiamo contattato un consigliere regionale che ha portato la questione in discussione del consiglio regionale e ci riserviamo azioni legali se non avremmo risposte esaustive.

La conta dei pesci morti è salita, fino ad arrivare a 10 quintali, un vero peccato perché si sono trovate molte specie a rischio estinzione tipo tinche, anguille, barbi lucci, tantissime carpe e pesce bianco in generale. Sono passati svariati giorni, ma ad oggi la questione pare mitigata, ma non risolta. Molto probabilmente questi depuratori, nella nostra città sotto sottodimensionati, specialmente in caso di basso livello del fiume o già sovraccaricati da aree urbane fin troppo popolose. Visto il cambiamento climatico in atto ci si chiede, in caso di altre annate siccitose, cosa potrà succedere al nostro fiume in futuro. Vogliamo risposte certe perché abbiamo dedicato anni al volontariato e alla tutela fluviale e non vogliamo che tutto il nostro lavoro vada in fumo, e che le nuove generazioni abbiano un luogo più salubre dove praticare il nostro meraviglioso sport.

Nicola Carli
Vice-Presidente
Magnagati Carp Team
Sede CFI n.270 Vicenza

Marco de Biase

Marco de Biase

Direttore di Pescanet e di Pescare in Trentino. Classe 1983, vive da diversi anni nel Nord Italia occupandosi di marketing digitale. Dopo una lunga esperienza nelle acque pugliesi dell'Adriatico, frequenta da tempo gli spot del Trentino, Veneto e Lombardia. È un pescatore umile, sempre disposto a documentarsi e amante delle sfide. Comunica attraverso la scrittura, la fotografia e i social network seguiti da più di ventimila followers. È inoltre autore di due romanzi d'amore e pesca, oltre ad essere poliedrico collaboratore di riviste cartacee, aziende e blog di settore.

Ultime News

Le ultime news dall'archivio di Pescanet