Laghi Terre Rosse

Non siamo a Montecarlo ma nel biellese, a circa 12-13 Km dal capoluogo di provincia ed esattamente nel comune di Masserano, che un tempo fù un principato con tanto di diritto di emettere moneta propria. Più che l’ acqua in questa zona, intereserebbe il vino visto che siamo nella terra del Bramaterra e 20-25 Km da paesi che producono vini di livello mondiale come il Fara, Ghemme, Sizzano, Gattinara. Se arriviamo da Est dovremmo uscire al casello di  Ghemme della Voltri-Sempione, dove troveremo subito lo spaccio della celeberima grappa Francoli e vicino i paesi citati con tanto di cantine sociale. Ma Voi avete una moglie che vuole riposarsi, camminare allo stesso tempo, se è autunno trovare i funghi e gli piacciono le trote e magari gustarle fresche alla griglia se il tempo lo permette… Oh Dio ma sei proprio tu lettore questo ipotetico personaggio!!! Scusa…

 

I laghi Terre Rosse a Masserano

Per fortuna il tuo amico Walter ti ha dato una dritta e cosi’ avete prenotato il b&b Tenuta Adriana (www.tenutaadriana.it) che è in mezzo a 6 laghi a pagamento a Masserano. Infatti il signor Bruno Tarello scavò questi laghi per estrarre il materiale per fare i mattoni e dopo moltissimi anni, un pescatore dei dintorni amico della famiglia fece, giusto per passare il tempo, 4 lanci e agganciò dei grossi Black Bass con semplici rotantini (negli spot vergini o quasi il “boccalone” abbocca tranquillamente con questa esca) e diede l’ idea ai proprietari di allestire il complesso. Dopo analisi di un biologo e iscrizione all’ Assolaghi, la cosa avvenne. Assieme a Paola Tarello (che pensa maaggiormente al b&b) vi è di aiuto in nipote Gregorio, anche se per la gestione delle immissioni ci pensa l’ amico che impegnatissimo col suo lavor non può fare più di tanto. Caso vuole che è un acerimmo tifoso del Toro e così, conoscendomi come tale, mi propose di fare delle uscite nel complesso e scrivere su di esso. Restio ai laghi a pagamento, mi convinse con un pranzo lussurioso e quanto altro si potrebbe scrivere quando si mangia bene dal suo amico Pippo.

 

Divertimento per tutti

I laghi sono 6, di cui il maggiore è riservato alle trote grosse, cioè oltre il Kg minimo con media di 2.300/2.500 e punte anche il doppio, a quanto ho visto e qualche raro esemplare ancora più grande. Un altro lago ospita iridee fino a 7-800 grammi ed in estate vengono immessi Striped Bass, Storioni e pesci gatti di varie qualità. Il bello è che negli altri 3 laghi vi sono Black Bass (con un lago riservato al Belly Boat) e negli ultimi 2 in fondo anche lucci in quantità non elevata. Un altro è riservato alle carpe con esemplari vicino al Kg, anche ma con buona presenza.

 

E tu cosa fai? Trota lago? Peschi le carpe? Spinning? Puoi provare tutto ma, per non disperdere le energie, ti consiglio di fare spinning dove portandoti dietro 3-4 canne (tua moglie avrà già riempito il resto dell’ auto con 6 valigie, per un fine settimana lungo…) e una montagna di artificiali, ti poi sbizzarire fra trote, BB e lucci. Chiaro che nulla ti vieta di dedicarti solo alle trote con le adeguate tecniche. Essendo la pesca al luccio e al persico trota con artificiali con amo singolo e senza ardiglione, spesi una fortuna per farmeli fare da un negoziante auto costruttore di Novara. Potresti attrezzarti di conseguenza anche tu. Vuoi anche sapere come arrivare? Beh esci a Ghemme, ti dirigi verso Biella e dopo un 20-25 Km ad una rotonda giri per Rovasenda. 7-800 metri a sinistra trovi l’ entrata vicino a cumuli di mattoni. Il sito è www.laghiterrerosse.it .Puoi anche lasciare che la moglie passeggi in mezzo al verde del complesso o nella vicina Baraggia oppure che usi l’ auto per andare a vedere il santuario di Oropa o il borgo mediovale di Candelo. Per la minutaglia, se ti manca, qualcosa lo hanno nel b&b. Mentre per materiale “sostanzioso” a Brusnengo vi è un fornito negozio.

Altre informazioni utili:

Sito web: www.laghiterrerosse.it
Walter Scandaluzzi

Walter Scandaluzzi

Nato a Cameri (NO) nel 1956 ; residente nel biellese dal 1983. Ex collaboratore riviste pesca e Web Master di un blog di pesca. Consigliere fondatore e della prima legislazione del Coordinamento Associazioni Gestionali Piscatorie. Tecniche preferite: galleggiante, spinning, ledgering, amettiera.

Itinerari consigliati

I migliori itinerari dall'archivio di Pescanet