Pesca alla trota al Lago di Tenno

In Trentino ci sono luoghi fiabeschi che meritano sicuramente una visita, prima o poi. Ce n'è uno, però, che ha da sempre stuzzicato la mia fantasia, perchè è conosciuto come "Il lago dall'isola che non c'è", per via di un fenomeno naturale che contribuisce a renderlo magico. Recentemente vi sono tornato a pesca e, approfittando della giornata assolutamente prolifica, nonostante le basse temperature di marzo, hoscelto di realizzare un nuovo itinerario per la gioia di tutti i turisti che d'estate vanno alla ricerca di nuovi spot di pesca in Trentino nei meandri di Google. Siete mai stati al lago di Tenno? Credo di no. Bene, il nostro viaggio può avere inizio.

Pesca al lago di Tenno in Trentino. Il lago di Tenno è un piccolo lago di montagna a nord di Riva del Garda, che sorge a circa 570m sul livello del mare, nato probabilmente da una enorme frana durante il medioevo. Presenta una forma quasi circolare con sponde più o meno regolari e comode, anche se alcune sono parecchio scoscese. La profondità è variabile e si scorge a occhio nudo: sulla sponda meridionale è inferiore mentre nella sponda a nord, a livello delle sorgenti, è quasi il triplo. La particolarità del lago è data da un'isola (chiamata l'isola che non c'è), ovvero un lembo di terra che compare ormai da anni durante i periodi di secca. Fino agli anni '80 era raro vederla, mentre adesso il fenomeno è sempre più comune, al punto che quest'isola divide talvolta il lago in due bacini, arrivndo persino al prosciugamento del lato meridionale.

Il lago di Tenno è popolato da trote fario, probabilmente anche trote iridee e trote lacustri, cavedani in ottima quantità e qualche tinca. Personalmente ho avuto modo di verificare la presenza delle fario e dei cavedani, ma il libretto segnacatture FIPSAS e le descrizioni della Associazione Pescatori Basso Sarca confermano altre specie ittiche. È uno spot ideale per gli amanti dello spinning e della trota lago. Tuttavia, in primavera o in estate, si presta positivamente anche alla pesca al colpo dei cavedani con canna fissa o canna all'inglese. Non tratteremo però questa tecnica. Ci concentreremo solo sulla pesca alla trota.

Regolamento. L'attuale regolamento consente di pescare dalla metà di marzo fino alla fine di settembre. E' possibile pescare con tutte le esche, sia naturali che artificiali. Per il bigattino è concesso un quantitativo massimo di 20 grammi mentre la pasturazione ammessa è di 0,5 kg con sostanze vegetali. La pesca alla trota prevede, invece, una sola canna con amo singolo per le esche naturali (camola, lombrico, alborella o pesciolino) e artificiali. Non è specificato se con o senza ardiglione ma, per una questione di sportività, consiglio ovviamente di utilizzare ami privati dell' ardiglione. La pesca dall'isola è consentita, tuttavia arrivarci è possibile solo con acque basse. Non esagerate, rischiate un bagno fuori stagione e l'acqua è parecchio fredda. Infine, il sabato è possibile iniziare l'attività di pesca alle 7 in marzo, alle 6.30 in aprile e settembre, alle 5.30 in maggio e agosto, alle 5.00 in giugno e luglio. Il quantitativo massimo giornaliero di catture di salmonidi è fissato in 5 capi (libretto segnacatture Fipsas 2016). Ognuno di essi dovrà essere segnato sul libretto o sul permesso giornaliero, tranne ovviamente gli esemplari sotto misura minima fdi 22 cm per la trota fario e iridea.

Attrezzature. Il lago di Tenno può essere affrontato a spinning o con la classica trota lago. Se scegliete la pesca con gli artificiali, vi consiglio di optare per cucchiaini con amo singolo da 6 o 9 grammi, da lanciare e recuperare molto lentamente. Funzionano bene anche le jighead con pesciolino siliconico dai colori forti, tipo bianco, viola o verde fluorescente. Chi invece vuole pescare a trota lago, approfittando del contesto naturale ben diverso dai laghetti a pagamento, deve portare con se almeno tre canne: una per il vetrino, una per il piombino, una per la bombarda. Le canne impiegate per la realizzazione di questo servizio sono le Trabucco Reventon VX Lake, modelli da trota lago per tutte le esigenze, con azione light, medium-light e medium rispettivamente per vetrini, piombini e bombarde. I mulinelli testati, invece, sono i Trabucco Mito: modello di fascia media dal prezzo contenuto, che offre ottime prestazioni per la pesca a recupero.

Azione di pesca e conclusioni. Le semine sono effettuate di venerdì, giorno in cui è vietato pescare. Il pesce ha tutto il tempo per portarsi a centro lago o distribuirsi omogenamente in tutte le zone del lago. Bisogna partire con la pesca di ricerca a vetrino, che è sempre una nuona via di mezzo per capire dove sono le trote. Una volta individuate, si possono insidiare sempre a vetrino se sono a galla oppure a piombino (che ha un affondamento più veloce) se invece sono in uno strato inferiore. Per la pesca a vetrino consiglio vetrini ghost da 4/6 grammi, girella tripla, terminale di 150 cm dello 0,16 e amo del n°8 senza ardiglione con due camole innescate. Per la pesca a piombino è un necessaria un modello allungato da 5 grammi sinking, un terminale più corto di massimo 70 cm dello 0,16, amo n° 8 e una sola camola. Se le trote sono lontane, vuoi per la stagione, vuoi perchè i bagnanti d'estate le disturbano, occorre scovarle negli strati più profondi del lago al centro, dove sicuramente stazionano per vivere in maggiore tranquillità. Una bombarda di 12/15 grammi ad azione di mezzo fondo è più che sufficiente, purchè supportata da un terminale di circa un metro dello 0,16, amo del 6/8 con due camole.

Volete pianificare una vacanza di pesca in Trentino? Avete voglia di conoscere nuovi spot? Il lago di Tenno e gli altri itinerari presenti su Pescanet sono ciò che fa per voi! Resterete sicuramente affascinati dalle acque color smeraldo e dalle meravigliose trote che popolano questo specchio d'acqua prealpino. Potrete anche approfittarne per unire la pesca ad una passeggiata lungo il perimetro del lago, oppure fare un bagno e prendere una bella tintarella nelle infocate giornate di agosto. Il lago di Tenno offre questo e non solo: adesso spetta a voi scoprire il lago dell'Isola che non c'è!

Altre informazioni utili:

Regolamento e permessi: Per il regolamento dettagliato contattare l'Associazione Pescatori Basso Sarca. Email: info@apbs.it - www.apbs.it

Il permesso giornaliero può essere acquistato direttamente dal Club Hotel Lago di Tenno, che si trova dinanzi all'area di parcheggio.
Marco de Biase

Marco de Biase

Direttore di Pescanet e di Pescare in Trentino. Classe 1983, coniugato, vive a Trento. Nella vita si occupa di marketing digitale al servizio di Archimede, pluripremiata società di marketing e comunicazione trentina. Dopo una lunga esperienza nel mare Adriatico, da anni frequenta le acque dolci del Trentino e dintorni: divulga la pesca a spinning, al colpo, il ledgering e la trota lago. È un pescatore poliedrico, ambizioso, audace, amante delle sfide. Comunica attraverso la scrittura, la fotografia e i social network. Inoltre vanta collaborazioni passate con PescareOnline, I Segreti dei Pescatori, Pescare, il Pescatore d'acqua dolce e realtà aziendali italiane e internazionali come Trabucco, Decathlon Italia (marchio Caperlan), Rizov, Cogitech, Piscor, Sport Sile. Infine è top contributor per il blog di Pescaloccasione.

Itinerari consigliati

I migliori itinerari dall'archivio di Pescanet