facebook
twitter
youtube
blog
flickr
linkedin

Lago Vestina Azzurro

Ho conosciuto questa magnifica oasi, alle porte di Pescara, a Ferragosto. Il Lago Vestina Azzurro è un simpatico carpodromo abruzzese (d'inverno conta anche trote, oltre a carassi, cavedani, scardole e altre specie), aperto tutto l'anno, che risiede nelle vicinanze del fiume Tavo, a pochi passi dall'impianto. Sembrerebbe un lago naturale se non fosse per il fatto che è nato sulle ceneri di una cava, tanti anni fa.



Ora è davvero ricco di vegetazione, che non manca mai, e di tanto, tanto pesce! L'incontro con questo lago è stato a dir poco magico: a momenti difficile, come se si trattasse di un invado dove il pesce non è abituato alla pressione piscatoria. In altri, generoso, tanto da regalarmi catture inaspettate proprio in giornate calde come quelle di Agosto.



Vediamo un attimo le tecniche di pesca. Al vestina si può pescare a roubaisienne, a ledgering, all'inglese, a carp fishing. Non è ammessa la pasturazione a base di sfarinati e bigattini, è permesso, invece, il chicco di mais, i piselli, ceci e legumi in generale.



Concentriamoci sul ledgering, forse la più proficua assieme al carp fishing. La montatura da eseguire è molto semplice: trave del 0,18 , sistema anti-tangle, piombo plastificato da 40 grammi, girella e terminale di 60 centimetri dello 0,16 con un amo n° 10 sul quale innescheremo chicchi di mais o piselli. Questi ultimi fanno la differenza quando le carpe sono un po' svogliate e una sorpresa potrebbe indurle ad abboccare.



In occasione della nostra perlustrazione di ferragosto abbiamo anche realizzato un video che mi ritrae personalmente con una carpa di 5,750 kg, chiamata affettuosamente "Michelona", in omaggio a mio padre che per primo mi mise la canna da pesca in mano, una vecchia fissa in bambù custodita come cimelio.
Viabilità: Arrivare al Lago Vestina Azzurro è molto semplice. Entrati in Montesilvano, proseguite per la rotonda, poi sulla destra incontrerete lo svincolo di Via Tamigi. Qui arriverete all'argine del fiume Tavo, costeggiate l'impianto di depurazione delle acque e, sulla destra, incontrerete lo svincolo per il lago Vestina.


Autore

Marco de Biase

Direttore di Pescanet, pugliese d'origine ma Trentino di adozione, nella vita è consulente Marketing e Comunicazione. Impegnato nella divulgazione delle più importanti tecniche di pesca in mare e acqua dolce, collabora da tempo con le riviste "I Segreti dei Pescatori" e Pescareonline.it. Ricopre altresì la carica di presidente dell' Associazione Pescanet, realtà impegnata nella promozione sociale della pesca sportiva.
ITINERARI CONSIGLIATI
Pesca al porto di Vasto

Pesca al porto di Vasto

Vasto è una cittadina abbruzzese situata in provincia di Chieti e la sua costa si estende per 7 km di arenile e 13 km di scogliera. Il promontorio sul quale sorge la città dà origine al Golfo di Vasto, l'unica insenatura tra il Golfo di Ancona a nord e quello di Manfredonia a sud. Ci troviamo sicuramente fuori dai confini della nostra amata Puglia; tuttavia proponiamo questo itinerario perchè è di assoluto interesse per la pesca in mare e può essere raggiunto in due ore circa di macchina partendo dalla provincia di Bari e Foggia. Il porto e il suo sviluppo futuro. Il porto di Vasto è situato in località Punta Penna e ricade nel comune di Vasto a 8 km dalla città, in un punto decentrato rispetto all'area urbana. E' costituito da un bacino di circa 90.000 m² dove insistono 5 banchine per un totale di circa 1.000 metri lin
TOP
Per contatti: info@pescanet.it - Termini e condizioni d'uso - P.IVA 07239040723